IM – Impresa Mia – PAGAMENTI – Nuove forme: attivo il Crintep (Luspio/Aiip)

impresamiaE’ attivo il Centro ricerche nuove tecnologie e processi di pagamento, il nuovo Centro Ricerche dell’Università Luspio nato con il patrocinio dell’Associazione Italiana Istituti di Pagamento e di Moneta Elettronica- Aiip e dedicato allo studio e alla ricerca sulle nuove forme di pagamento innovative e tecnologicamente all’avanguardia.

“L’idea guida per la creazione del nuovo centro è stata quella di coniugare le esperienze maturate in ambito finanziario e tecnologico di diverse associazioni, aziende e banche, con finalità di sviluppo e promozione di progetti innovativi su tematiche economico-finanziarie – ha commentato ildirettore Maurizio Pimpinella, già presidente dell’Associazione Italiana Istituti di Pagamento e di Moneta Elettronica– Vengono, infatti, messi a disposizione il patrimonio culturale e l’esperienza dei membri al fine di contribuire allo sviluppo e alla diffusione degli strumenti di pagamento alternativi al contante, favorendo altresì la comunicazione con organismi simili in altri Paesi europei ed extraeuropei. Il Centro rivolge la sua attenzione in particolare alle fasi di studio, analisi e monitoraggio dei nuovi trend di mercato italiani e internazionali, e agli impatti che le nuove tecnologie hanno nei processi operativi e decisionali e si propone come punto di aggregazione sia per le aziende pubbliche che per quelle private, favorendo la crescita di un interessante mix di esperienze, idee, progettualità e visione strategica. Il tutto viene fatto attraverso: studi e ricerche sui principali temi finanziari e sul ruolo dell’innovazione organizzativa e tecnologica; partecipazione a progetti di ricerca europei; creazione di osservatori e competence center; organizzazione di workshop tematici e interventi formativi in materia di tecnologie e organizzazione nelle istituzioni finanziarie”.

Il mercato europeo dei pagamenti sta attraversando una fase di profonda evoluzione, con numerose opportunità per i nuovi player, per le aziende e per i cittadini. Anche l’Italia ha compreso l’importanza di innovare le modalità di erogazione dei servizi di pagamento, attuando cambiamenti sia nel modello di servizio che nel modello operativo.

Le nuove direttive europee e le regolamentazioni hanno aperto un mercato storicamente oligopolistico consentendo anche ai nuovi Istituti di pagamento di affacciarsi sul settore, offrendo al consumatore una maggiore varietà di scelta e di opzioni.

L’indagine di Ipsos/Ispo 2013 sugli scenari evolutivi nei servizi di pagamento conferma la sempre maggiore propensione dei consumatori italiani per l’utilizzo di Internet e della moneta elettronica per i propri pagamenti. Circa l’87% dei consumatori italiani si ritiene soddisfatto dall’utilizzo della moneta elettronica e di Internet nei pagamenti. Ne consegue che, sempre dall’indagine di Ipsos/Ispo 2013, gli Italiani hanno un ottimo rapporto con la moneta elettronica: il 65% utilizza assiduamente (34%) o saltuariamente (31%) almeno un tipo di carta (carte di credito, di debito, ricaricabili o borsellini elettronici).

È stato stimato che sono 25 milioni le famiglie che effettuano un pagamento e che per farlo devono necessariamente ricorrere a banche, poste, bar e tabacchi, internet, telefono. Di questi pagamenti una grossa fetta viene coperta dai bar e tabacchi con il 63% dei casi, seguono le Poste con il 59%, le banche (Rid) al 35%. Nella coda della classifica si trovano: nel 10% dei casi lo sportello bancario, nel 7% il conto online, nel 5% il sito del gestore di competenza. Chiude la classifica con il 2% dei casi l’uso del telefonino.

I trend di mercato e le abitudini del consumatore si stanno, quindi, modificando. Da qui è nata l’esigenza di creare un centro di ricerca sulle nuove tecnologie e i processi di pagamento.  Il Centro vuole esplorare nuovi territori e diventare il nuovo punto di raccolta e discussione di idee e di proposte estremamente variegate, nel settore dei pagamenti, al fine di consentire un’informazione e una formazione congiunta e continua per tutti gli attori coinvolti, focalizzandosi soprattutto sui cittadini, i consumatori e i contribuenti, che spesso sono ignari dei meccanismi e delle nuove opportunità di risparmio sia in termini di denaro che di tempo.

Da subito il Centro di Ricerche si è attivato organizzando un incontro di studio dal titolo “Sistemi di pagamento: la difesa dai furti di identità, profili normativi e i nuovi scenari tecnologici” presso Universtià Luspio da cui è emerso che, secondo un recente sondaggio in cui sono stati intervistati telefonicamente a campione alcuni gruppi di persone sulla tematica del furto di identità, quasi tutti gli intervistati riconoscono il termine “clonazione di carte di credito”(96,4%) , i ¾ hanno sentito il termine “furto di identità”, ma solo il 43,2% ha sentito nominare il termine phishing e ancora minori sono le percentuali per gli altri input dati.

Circa la metà degli intervistati, infatti associa il furto di identità alla sostituzione di persona o a persone che in Internet carpiscono informazioni su conti correnti di malcapitati navigatori.

Composizione del C.RI.N.T.e.P.
Il Centro è diretto dal  Maurizio Pimpinella, Presidente di AIIP – Associazione Italiana Istituti di Pagamento e di Moneta Elettronica. All’interno del Centro i rappresentanti di Associazioni di categoria, Istituzioni ed imprese si dividono, a seconda delle rispettive competenze, nel Comitato Direttivo, nel Comitato Scientifico e nelle Commissioni Tecniche. Il Comitato Scientifico, presieduto dall’On. Gianfranco Conte, già Presidente della Commissione Finanze nelle ultime due legislature e composto da rappresentanti istituzionali, del mondo accademico e da esperti, avrà il compito di indirizzare le attività e coordinerà i lavori dei diversi Tavoli su temi e argomenti specifici.

Tra gli appartenenti al Centro:
Giovanni Bisogni – Presidente cda Università Luspio, F. Liberatore – Hp, Domenico Santececca – Istituto Centrale Banche Popolari Italiane, Maurizio Santacroce – SISAL, Pamela Pace – Presidente Obiectivo Tecnology – Walter Bruschi – Cpp, Michele Scarlatella – Stmicroelectronics, Walter Pinci – Poste Italiane, Giovanni Vattani – Enel, Giuseppe Verdicchio – Wind, Angelo Grampa – Paytipper, Luigi Martini – Cna Roma Valerio Zappalà – Infocamere , Silvia Caprioli – Snai, Maurizio Rubini – Lottomatica, Simone Suriano – Noverca, Alfredo Paliotta – Bnl Positivity, Daniele Corsini -Cabel Ip, Massimo Nura – Cogetech, Daniele Tradii – Qn Financial Services, Fernando Marsilii – Cityposte Payment, Antonio Magliulo – Luspio, Maria Pia Giovannini – Agenzia Digitale, Col. Alessandro Gentili – Comando Carabinieri Nucleo Antifalsificazione Monetaria, Fabio Picciolini – Presidente Consumers’ Forum, Gen. Gioacchino Angeloni – Guardia Di Finanza, Enrico Pollino – Emf Group, Enrico Lodi – Crif, Giovanni Maggi – Aiip, – Carlo Maiocchi – Sia, Stefano De Vita –Sisal, Paolo Zucca – Il Sole 24 Ore.

 

http://www.impresamia.com/dalla-home-page/31001-pagamenti-nuove-forme-attivo-il-centro-ricerche-delluniversita-luspio.html

Posted in Rassegna Stampa

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>