Seminario CNEL: “Il sistema Italia alla sfida dei pagamenti elettronici”

1391665_654858434545437_115168018_n
“Il sistema Italia alla sfida dei pagamenti elettronici”

Il giorno 17 ottobre 2013, presso la sede del CNEL (Consiglio Nazionale Economia e Lavoro) di Roma, si è svolto il seminario “Il sistema Italia alla sfida dei pagamenti elettronici” che ha visto la partecipazione del Presidente di A.I.I.P., Dott. Maurizio Pimpinella, e del socio Sergio Signoretti – Responsabile Monetica Gtech – Lottomatica  in qualità di relatori nella sessione intitolata “Gli scenari di mercato”.

La sessione di apertura, intitolata “Un quadro normativo in movimento: il ruolo delle Istituzioni” è stata coordinata da Enrico Postacchini – Vice Presidente CNEL, ed ha visto alternarsi come relatori Gianfranco Torriero – Responsabile Direzione strategie e mercati ABI, Massimo Greco - Dirigente Div. VIII Servizi assicurativi MISE,Giuseppe Galasso - Responsabile Direzione Credito AGCOM ed infine Domenico Gammaldi - Capo Servizio Supervisioni sui Mercati e sul Sistema dei Pagamenti Banca Italia, che ha citato una recente indagine della Banca Centrale Europea, ed un analogo studio condotto per l’Italia dalla Banca d’Italia, che stima in circa l’1 % del PIL nazionale i costi sociali legati all’utilizzo del contante, risorse che potrebbero essere risparmiate da un passaggio a strumenti di pagamento più efficienti  e che però necessitano sia di uno sforzo comune degli operatori ché di un cambio nelle abitudini dei cittadini. Nel corso del suo intervento il relatore ha poi ricordato che il 2013 è un anno cruciale per il processo di innovazione del sistema dei pagamenti per  l’obbligo di adeguare i bonifici e gli addebiti diretti ai nuovi standard SEPA.

La seconda sessione, “Gli scenari di mercato”, è stata coordinata da Antonio Maria Colombo – Coordinatore IV Commissione CNEL, ed ha visto come relatori Roberto Liscia - Presidente Consorzio NetComm, Davide Steffanini - Direttore Generale VISA e  Maurizio Pimpinella - Presidente A.I.I.P. e Direttore del Centro Ricerche C.Ri.N.T.eP, che ha illustrato lo scenario del mondo dei pagamenti in Italia. Da un’indagine effettuata su 1.500 cittadini è emerso che la moneta elettronica piace agli italiani, che la usano ormai regolarmente nella loro vita quotidiana. Solo il 35% degli intervistati usa esclusivamente il contante ma sono perlopiù ceti “poco rilevanti socialmente”, come anziani e casalinghe. Invece, il 65% usa le carte, il 34% lo fa in modo assiduo, mentre un 30% si direbbe addirittura pronto ad abbandonare del tutto il contante a favore della moneta elettronica, ritenuta “veloce e comoda”, anche per i pagamenti sotto i 50 euro.

Quanto ai canali preferiti per effettuare i pagamenti, la ricerca indica che la maggior parte dei cittadini preferisce tre canali: Bar e Tabacchi, seguiti da Poste e RID Bancari, mentre i pagamenti tramite sportelli bancari, siti internet, conti on-line e telefono restano ancora poco sfruttati.

Il Dott. Pimpinella ha poi illustrato il panorama  degli Istituti di Pagamento in Italia, focalizzandosi anche sulle disparità normative esistenti tra I.P. italiani e succursali di I.P. esteri: attualmente operano nel nostro mercato 46 Istituti di Pagamento italiani e 16 succursali di I.P. esteri, la maggior parte delle quali hanno sede nel Lazio (22) ed in Lombardia (24).
Prima di passare la parola, il Presidente ha approfittato della presenza di illustri rappresentanti del settore per sottolineare la necessità di fare informazione ai cittadini: “Non è più il tempo di discutere solo tra tecnici - ha detto - è necessario iniziare a fare una vera campagna di comunicazione a favore del pubblico, partendo dalle scuole, in un’epoca in cui il digitale è parte integrante delle abitudini delle persone”.
Successivamente si sono avvicendati : Pier Paolo Balboni, Responsabile Trends Strategy – Telecom Italia eDaniela Vinci – EBACleraing e Sergio Signoretti, Responsabile Monetica Gtech – Lottomatica, che illustrato i nuovi prodotti di moneta elettronica, a supporto dei cittadini e delle imprese. Le due principali novità sono la carta prepagata “My WU” sviluppata in partnership con Wester Union, che si rivolge innanzitutto agli oltre quattro milioni di lavoratori stranieri presenti in Italia, che necessitano di accedere facilmente al mondo dei servizi e strumenti finanziari; e la nuova carta “Prepagata Italo Più” che consente di accedere ai benefici del programma fedeltà Italo Più e fare acquisti online e in tutti i negozi convenzionati con il circuito MasterCard.

La terza ed ultima sessione, “Costi e benefici: per quali soggetti?” è stata coordinata da Paola Manacorda – Coordinatrice Linea di lavoro Agenda Digitale Commissione IV – CNEL ed ha visto gli interventi di Massimo Viviani – Direttore Generale Federdistribuzione, Eugenio Zanin – Federconsumatori, Cesare Fumagalli – Segretario Generale Confartigianato ReteImprese Italia, Marcello Tocco – Coordinatore Osservatorio socio – economico del CNEL sulla criminalità, Antonio Apruzzese – Direttore Polizia Postale – Dipartimento Pubblica Sicurezza – Ministero dell’Interno ed infine Maria Pia Giovannini – Responsabile Area regole, standard e guide tecniche – Agenzia Italia Digitale, che ha aggiornato i presenti circa l’attuazione del nodo dei pagamenti. Il gap che soffre l’Italia sul settore e-payment dipende da carenze culturali ma soprattutto strutturali; in questo senso il lavoro di supporto alle PA per la realizzazione del Sistema dei pagamenti apporta un importante contributo per la risoluzione di una disomogeneità  e mira a garantire interoperabilità con elevati standard di sicurezza. Fino ad oggi la PA non aveva un sistema unico ed omogeneo per gli incassi ed i pagamenti, perché non era chiaro il ruolo dei soggetti coinvolti. Con Banca d’Italia è stato però finalmente realizzato un sistema di pagamenti coerente con gli standard della Sepa, ed identificato anche un luogo fisico dove effettuare gli stessi: i cittadini potranno rivolgersi agli stessi fornitori presso i quali sono già abituati a pagare, ossia le banche, le Poste, le ricevitorie etc. Adesso che le norme sono chiare, si tratta solo di adottare la piattaforma presso gli sportelli e le P.A., ed è proprio questa l’impresa alla quale si sta ora dedicando l’Agenzia.

1378388_654858351212112_391191213_n 1384098_654858334545447_1523401829_n

Posted in Eventi e Workshop

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>